Proprietà e benefici dello zenzero

Benefici dello zenzeroSi sente molto parlare delle proprietà e dei benefici dello zenzero, che è una spezia ormai apprezzata in tutto il mondo, sia per l’uso in cucina che per i suoi pregi favorevoli a chi vuole mantenersi in salute in modo naturale.
Lo zenzero è una pianta della famiglia delle Zingiberaceae ed è scientificamente denominato Zingiber officinale.
I suoi usi sono i più disparati, soprattutto per dare sapore e aroma ad alcuni piatti tipici soprattutto del continente asiatico. Oggi viene utilizzato anche nei paesi europei anche a scopi curativi, promossi da alcune discipline della medicina alternativa, come la naturopatia e l’omeopatia.
Tra i benefici più noti ci sono quelli di favorire la digestione abbassando la carica acida del reflusso, ma anche per contrastare i malanni di stagione e aiutare a eliminare il muco.
Ecco nel particolare quali sono le sue proprietà e i benefici che si possono sfruttare in base alle proprie esigenze.

Effetto digestivo

Come accennato lo zenzero può migliorare i processi digestivi e contrastare il problema dell’acidità di stomaco.
Questo provoca anche una distensione delle pareti intestinali, per cui migliora il transito del bolo e si evitano fenomeni di putrefazione e quindi della diffusione di infiammazioni e batteri.
In tal modo si allevia anche il problema del meteorismo (accentuata produzione di gas intestinali), e il gonfiore molto fastidioso che interviene dopo i pasti.
Nel caso di un pasto abbondante per favorire la digestione è indicato lo zenzero fresco, da mangiare a crudo.

Benefici per tosse e raffreddore

Con l’avvicinarsi della stagione fredda tutti sono alla ricerca di metodi alternativi di cura, che possano evitare l’assunzione di dosi eccessive di farmaci. Lo zenzero è noto fin dall’antichità per le sue proprietà antinfiammatorie, che possono liberare le vie aeree superiori dal muco per aiutare a respirare meglio, specie di notte.
Per lo stesso motivo è indicato come coadiuvante per calmare la tosse, in particolare quella grassa con espettorato biancastro.
Per ottenere tutti questi benefici basta preparare una tisana e far decantare per circa 10 minuti pezzi di zenzero in acqua bollente. Si otterrà un effettivo ristoro.

Contrastare il mal di gola

È noto che lo zenzero abbia anche delle proprietà antinfiammatorie e analgesiche. È per questo che può essere usato anche contro il mal di gola, che imperversa nei mesi più freddi e che costringe a stare a casa.
Bisogna però sottolineare che lo zenzero funziona soltanto quando si tratta di un mal di gola leggero, quindi simile a un bruciore all’esordio.
In tutti gli altri casi bisogna associare farmaci adatti, per avere una pronta guarigione. Anche il questo caso le sostanze benefiche contenute nello zenzero danno il meglio con una tisana calda.

Combattere i dolori alle ossa

Molte persone soffrono di dolori diffusi alle ossa, sia passeggeri che dovuti a disturbi legati all’età, come l’artrosi.
Le infiammazioni possono degenerare e portare a un dolore continuo e progressivo, mentre con lo zenzero è possibile in qualche modo arrestate questo processo. Pare che le qualità antidolorifiche e antinfiammatorie di questa spezia esotica siano paragonabili a quelli dei più comuni analgesici che si acquistano in farmacia.
La conferma arriva da uno studio condotto in Danimarca, dove il campione analizzato e sottoposto all’assunzione dei principi attivi dello zenzero ha reagito in modo sorprendente. In questo caso il consiglio è di assumere integratori alimenti che contengano estratti concentrati di questa spezia.

Zenzero per dolori mestruali e nausea

Per le donne il ciclo è spesso un periodo dove affrontare una serie di disturbi, che in certi casi diventano invalidanti.
Lo zenzero, che è ottimo contro dolori e infiammazioni, può essere impiegato con buoni risultati anche in questo caso.
Si può assumere bevendo una tisana, ma anche mescolandolo al cibo quando è in polvere, usato come condimento o ingrediente aromatico che esalta i sapori.
Al ciclo mestruale è legato anche un sintomo molto frequente, che è quello della nausea. Se è vero che lo zenzero migliora il processo digestivo è altrettanto reale la possibilità di alleviare la nausea che deriva dagli squilibri ormonali, tipici di questo periodo per la donna.
A questo si aggiunge anche quella provocata dal mal di mare o da viaggi prolungati su strade tortuose. La comodità dei benefici dello zenzero si può trovare anche sotto forma di caramelle secche o gommose, o con i pezzetti da masticare e succhiare, oltre che in bustine per gli infusi.

Zenzero per il mal di testa

Il mal di testa è uno dei disturbi più diffusi che spesso si combatte con la somministrazione di farmaci analgesici, che non sempre danno i risultati sperati.
Lo zenzero sembra possedere quelle qualità benefiche che agiscono anche in caso della temuta emicrania, durante la quale molti sono costretti a letto e ad assentarsi dal lavoro, tanto è dolorosa. I principi attivi dello zenzero agiscono sulla vascolarizzazione migliorando la perfusione sanguigna del cranio e alleviando il dolore. Il consiglio è quello di bere una calda tisana quando si avverte l’inizio del mal di testa per evitarlo, e anche quando si è già manifestato per alleviare il fastidio.

Migliorare i sintomi del diabete

Il diabete è una delle malattie dismetaboliche più diffuse e pericolose che si possano contrarre e interessa sia giovani che anziani.
Lo zenzero può aiutare ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue, dirottandoli verso i muscoli che li usano per generare energia e smaltirli nel modo più proficuo. Questa qualità eccezionale è stata scoperta durante uno studio universitario in Australia e ha provato che una sostanza presente in questa spezia, come il gingerolo, può dare questi effetti insperati.