9 idee per utilizzare lo zenzero

Se ne sente sempre più spesso parlare, soprattutto grazie ad una sempre maggiore informazione relativa alle sue proprietà ed ai suoi benefici del tutto naturali e ottimali per contrastare patologie e problematiche di salute, ma in pochi sanno davvero utilizzare lo zenzero a tavola (e non solo).

Sappiamo che questa spezia orientale a noi nota soprattutto grazie all’introduzione dei ristoranti giapponesi – che la offrono, fresca e tagliuzzata, dopo un lauto pasto a base di sushi e pesce crudo per eliminare il sapore del pesce donando un senso di freschezza al nostro palato – ha delle innumerevoli proprietà ed è dotata di moltissimi benefici, ma quali sono i suoi effettivi impieghi in cucina? Come possiamo utilizzare lo zenzero? È indicato solo per insaporire i piatti e per dare un tocco di personalità alle nostre pietanze, oppure possiamo impiegare questa radice anche per altre soluzioni come tè, bevande o frullati?

Scopriamo insieme nove idee per utilizzare lo zenzero!

1.     Una gradevole bevanda fresca (e rifrescante)

Chi ha detto che lo zenzero debba essere utilizzato solo ed esclusivamente in cucina? Anche se noi sentiamo spesso parlare di questa spezia utilizzata per insaporire le pietanze (facendo quindi in particolare riferimento a questo prodotto per ottenere dei piacevoli benefici per il palato) possiamo ottenere dei vantaggi relativi all’uso di zenzero anche nella maniera più naturale che ci sia (dopo la consumazione di questo prodotto fresco a fette).

Bevanda allo zenzeroUna bevanda a base di zenzero, acqua e limone, per esempio, ha delle proprietà dissetanti, rinfresca il palato e dona un sapore fresco e gradevole alla nostra bocca. Se consumata con acqua calda al mattino, prima della colazione, questa bevanda con zenzero a fettine e limone può aiutare anche a contrastare i problemi di irregolarità intestinale, costipazione, stitichezza, presenza di gas e meteorismi e diarrea.

Inoltre, la preparazione di zenzero e limone con acqua è anche un ottimo toccasana contro il caldo estivo (se consumata fresca, dopo un periodo di infusione della radice in acqua) e contro i problemi di cellulite e ritenzione idrica.

2.     Ottime caramelle a base di zenzero candito

Lo zenzero è noto per essere molto simile (come sapore e come profumo) al limone: anche per questo motivo, se dolcificato e preparato nella maniera giusta, questo alimento può diventare una piacevole (e dietetica) caramella da consumare, per esempio, quando abbiamo problemi di tosse e raffreddore, o più semplicemente contro i problemi di bruciore di stomaco e cattiva digestione. Inoltre, lo zenzero candito si conserva molto meglio rispetto allo zenzero fresco), e in questo modo evitiamo di dover consumare questa radice nell’immediato.

Lo zenzero candito si può preparare prima facendo bollire 500 grammi di zenzero in un litro di acqua; successivamente, si elimina l’acqua e si riporta lo zenzero in pentola con 500 grammi di zucchero ed una tazza di acqua facendo cuocere per circa 40 minuti. A cottura ultimata, si fa raffreddare e si ottengono delle gradevoli caramelle naturali da utilizzare in ogni momento della giornata.

3.     Un’ottima tisana (dimagrante e contro i dolori)

Come abbiamo anticipato, lo zenzero può essere utilizzato non solo sotto forma solida ma anche come bevanda: utilissimo, se associato ad altri alimenti come il limone, la cannella, la melissa, per contrastare diversi problemi di salute, contro i dolori muscolari e mestruali, oppure come ottimo rimedio contro la cellulite e la ritenzione idrica.

Lo zenzero è, in questo senso, un alimento abbastanza poliedrico: facendo bollire in acqua per 5 minuti qualche pezzetto di questa radice, e lasciando in infusione, otteniamo una naturale bevanda rifrescante, che può essere associata ad altri alimenti per ottenere il massimo dei suoi benefici.

Qualche esempio? Zenzero e cannella possono contrastare, insieme, dolori muscolari e dolori mestruali; zenzero, limone, e menta, in infuso con acqua, possono rappresentare una ottima bevanda non solo dissetante, ma anche drenante e depurativa. Moltissime sono le tisane che è possibile farsi preparare in erboristeria a base di zenzero ed altri alimenti che possono aiutare a combattere numerose problematiche di salute.

4.     Una zuppa a base di zenzero

Zuppa di zenzeroLa maggior parte di noi conoscono lo zenzero in associazione ad alimenti come pollo, pesce, ed altri cibi: utilizzato in pietanze di vario tipo per insaporire ed esaltare i sapori, lo zenzero ha un profumo molto particolare che dona, ai piatti, un sapore del tutto nuovo.

Una zuppa a base di zenzero può essere una alternativa gustosa a questi piatti, oppure, se associato ad altri alimenti come ortaggi e verdure, lo zenzero esalta il naturale sapore di minestre e vellutate, unendo l’utile al dilettevole: da un lato apporta tutti i suoi benefici, dall’altro garantisce un sapore ed un profumo davvero invitanti anche alle nostre zuppe e minestre calde. Molto indicato, in questa variante, soprattutto in caso di raffreddore, influenza o dolori stagionali.

5.     Biscotti e dolcetti a base di zenzero

Conosciamo tutti (o quasi) il classico biscottino a base di zenzero ed altre spezie come la cannella: il tradizionale dolcetto natalizio molto conosciuto ed apprezzato in nazioni come l’America (anche noto con il nome di Omino biscottino per la sua forma), è ben presto diventato un must anche in Europa. Durante le festività natalizie è abbastanza comune, infatti, trovare in commercio questi biscottini che, di caratteristico, hanno da un lato il profumo speziato e dall’altro un sapore particolare, a metà strada tra il fresco, il croccante ed il piccantino.

Oggi, grazie ad una sempre maggiore diffusione dello zenzero, questi biscottini sono diventati conosciuti anche in Italia, e non solo durante le festività natalizie: è possibile trovarne, in commercio, di diverse forme e dimensioni, associati a cannella, miele, ed altri alimenti che donano una ancora maggiore fragranza al biscotto.

A parte i biscotti interamente dedicati allo zenzero, oggi sono noti anche diversi dolci dal sapore particolare e deciso, in cui, oltre allo zenzero, troviamo anche uova, farina, miele, cannella, anice stellato: un esempio? Una torta francese molto gradevole (per sapore e per profumo) chiamata Pain d’epicees (ovvero, Pan di spezie) è prodotta proprio con questi ingredienti. Per rendere ancora più gradevole il sapore di un dolce che si presti all’uso dello zenzero, è possibile mettere un pizzico di questa spezia grattugiata nell’impasto: profumo, sapore, e fragranza, davvero assicurati!

6.     Succhi di frutta e centrifugati a base di zenzero

Succo di zenzeroPer esaltare il sapore già deciso di un centrifugato con verdure ed ortaggi possiamo utilizzare lo zenzero: erroneamente pensiamo, infatti, che esso possa essere utilizzato solo in tisane, bevande, o preparazioni dolci, ma lo zenzero ben si presta anche all’utilizzo in un centrifugato dal profumo e dal sapore gradevole. In aggiunta alle altre verdure, questa spezia potenzia l’attività drenante e dimagrante del centrifugato donando ad esso anche un sapore unico ed incontrastabile.

Lo stesso vale per i succhi di frutta: per ottenere un sapore più deciso (quasi piccantino), è possibile grattugiare un pizzico di zenzero, che dona al succo anche un aroma molto particolare e sicuramente molto piacevole.

7.     Un ottimo condimento per la pasta o per il riso

Quanti di noi conoscono il riso al limone? Al posto di questo alimento – oppure in associazione ad esso, purché in quantità normali – possiamo utilizzare lo zenzero, dal gusto e dall’aroma davvero decisi e molto particolari. Possiamo ottenere un ottimo condimento per la pasta aggiungendo un pizzico di zenzero tritato alla panna vegetale: in questo modo, avremo ottenuto un condimento non solo gustoso, ma anche dietetico al punto giusto.

E che dire del risotto a base di zenzero e limone? Un sapore unico ed inconfondibile, associato alle ottime proprietà della spezia!

8.     Insaporire l’olio con lo zenzero

L’olio di oliva può essere insaporito ed esaltato utilizzando diversi prodotti: molto conosciuto è l’olio al peperoncino, ottenuto aggiungendo un peperoncino intero (opportunamente pulito) ad una bottiglia di olio di oliva, che ne esalta il sapore e dona un accento deciso e piccante ai nostri piatti; o ancora l’olio di oliva a base di finocchio, anch’esso molto gradevole al palato, soprattutto con determinati piatti.

Insaporire l’olio con lo zenzero rappresenta, infine, una trovata interessante, non solo perché lo zenzero ha un sapore deciso, che può esaltare (senza uccidere) la delicatezza dell’olio, ma anche per via delle proprietà antiinfiammatorie di cui questa spezia è dotata: possiamo ottenere olio aromatizzato allo zenzero facendo macerare per una settimana 80 grammi di questa spezia in un litro di olio di oliva. Il condimento dal sapore e dal profumo decisi è assicurato!

9.     Ottime le insalate se insaporite con lo zenzero

Zenzero come condimentoSe insaporiamo le nostre insalate con lo zenzero otteniamo un gusto piacevole, deciso ed allo stesso tempo delicato, dei nostri piatti: molto spesso, soprattutto chi è a dieta, è costretto a seguire precise indicazioni dietetiche e salutiste in cui non sono previsti condimenti o alimenti che possano aiutarci a farci scendere già l’amaro boccone. Grazie allo zenzero, otteniamo nelle nostre insalate un gusto deciso, un sapore persistente, una fragranza davvero ottima anche per un prodotto dietetico, senza che ciò rappresenti in alcun modo un attentato per la nostra linea: e le verdure saltate in padella, con un pizzico di zenzero grattugiato, saranno ancora più gustose!

Per concludere: lo zenzero è ottimo sia da solo che in associazione ad altri alimenti, spezie o cibi. Se impiegato da solo (ad esempio, mangiato fresco dopo un pranzo a base di pesce) esso ha delle proprietà rinfrescanti per il palato che si associano ai suoi benefici; se consumato in associazione ad altri alimenti, esso può esaltare il naturale sapore di un cibo, oppure rendere speziato e gradevole un dolce. Le possibilità sono infinite: perché non sperimentare?